Rosselli, Amelia (Parigi, 1930 marzo 28 - Roma, 1996 febbraio 2)

Figlia di Carlo Rosselli e Marion Cave, irlandese. Nasce a Parigi, e vive a lungo in Inghilterra e negli Stati Uniti, per poi stabilirsi, nel 1950, a Roma, dove muore suicida nel 1996. Musicista, collaboratrice editoriale, traduttrice; nel 1979 cura la pubblicazione delle lettere del padre, raccolte nel volume Epistolario familiare. Tra le sue raccolte poetiche: Variazioni belliche (1964), Serie Ospedaliera (1969), Impromptu (1981), Appunti sparsi e persi (1983), Sleep (1992).
[Cfr. DLI, pp. 620-621]

Funzioni e occupazioni

  • poetessa
  • traduttrice

Complessi archivistici

Fonti

  • DLI = Dizionario della Letteratura italiana, Garzanti, 2005

Compilatori

  • Silvia Albesano