Fasani, Remo (Mesocco, 1922 -)

Nasce a Mesocco, nei Grigioni, e compie gli studi alla Scuola magistrale di Coira e alle Università di Zurigo (dove si laurea) e di Firenze. Insegnante alle scuole secondarie di Poschiavo e di Roveredo Grigioni e alla scuola cantonale di Coira, poi – dal 1962 al 1985 – docente di Lingua e di Letteratura italiana all'Università di Neuchâtel. Studioso appassionato, ha scritto numerosi contributi critici su Dante e sulla metrica dantesca, sui Promessi Sposi, su questioni linguistiche (tra altri, L'infinito endecasillabo e tre saggi danteschi, 2007). Tra le sue raccolte poetiche: Senso dell'esilio: poesie 1944-1945 (1945), Un altro segno (1965), Qui e ora (1971), Senso dell'esilio. Orme del vivere. Un altro segno (1974), Oggi come oggi (1976), Giornale minimo (1993), Sonetti morali (1995), A Sils Maria nel mondo (2000).
Cfr. http://www.bibliomedia.ch/Literatur/italiano/FrameIL1.htm

Funzioni e occupazioni

  • poeta
  • docente universitario

Complessi archivistici

Compilatori

  • Silvia Albesano