Paci, Enzo (Monterado, 1911 - Milano, 1976)

Nasce a Monterado (AN). Allievo di Antonio Banfi all'Università di Milano, si laurea in Filosofia con una tesi sul Parmenide di Platone. Nel 1951 ottiene la cattedra di Filosofia teoretica all'Università di Pavia, poi all'Università statale di Milano (1958). Fonda e dirige la rivista “Aut Aut”. È consulente editoriale per la casa Bompiani.
Tra i suoi saggi: Il significato del “Parmenide” nella filosofia di Platone (1938), Principi di una filosofia dell'essere (1938), Pensiero, esistenza, valore (1940), Thomas Mann e la musica (1947), Esistenza ed immagine (1947), Esistenzialismo e storicismo (1950), Il nulla e il problema dell'uomo (1950-1967), L'Esistenzialismo (1952), Tempo e relazione (1954), Ancora sull'Esistenzialismo (1952), Tempo e verità nella fenomenologia di Husserl (1961), Funzione delle scienze e significato dell'uomo (1964), Relazioni e significati (I. Filosofia e fenomenologia della cultura, II. Kierkegaard e Thomas Mann) (1965), La formazione del pensiero di Husserl e il problema della costituzione della natura materiale e della natura animale (1967).

Funzioni e occupazioni

  • docente universitario
  • saggista
  • consulente editoriale

Complessi archivistici

Compilatori

  • Silvia Albesano