Pradella, Rino (Padova, 1917 giugno 20 - Roma, 1980 giugno 3)

Altre denominazioni: Pradella, Luigi [nome all'anagrafe]

Nasce a Padova, dove si forma – affiancando, fin dall'età giovanile, spiccati interessi in campo umanistico agli studi tecnici, di Ingegneria – e stringe amicizia con pittori, poeti, intellettuali come Tono Zancanaro, Giorgio Rubinato, Ettore Luccini, Leone Traverso. Antifascista, si forma politicamente anche grazie agli incontri con Concetto Marchesi, Eugenio Curiel, Furio Da Re e Francesco Loperfido. Nel dopoguerra si trasferisce a Milano (1949-1967), poi a Roma. Tra le sue opere, Come anelli di una stessa catena (1939-1949), Il generale Atropo (1955), Il cielo alterato (1961-1962), Il buio (1965).

Funzioni e occupazioni

  • ingegnere
  • insegnante
  • poeta

Complessi archivistici

Compilatori

  • Silvia Albesano