Tessa, Delio (Milano, 1886 - Milano, 1939)

Nasce a Milano, dove compie gli studi liceali, quindi si laurea in Giurisprudenza a Pavia (1911). Esercita la professione di avvocato. Scrive fin da giovane versi in dialetto milanese, e collabora a giornali come “L'ambrosiano”, “Il corriere del Ticino” e con la Radio Svizzera Italiana.
Tra le sue opere, le prose e le raccolte poetiche L'è el dì di mort, alegher! (1932), Poesie nuove ed ultime (1946), Alalà al pellerossa. Satire antifasciste e altre poesie disperse (1979), Ore di città (1984), Altre liriche (1999), e la sceneggiatura cinematografica Vecchia Europa.
[Cfr. DLI, p. 695]

Funzioni e occupazioni

  • avvocato
  • poeta
  • narratore
  • giornalista
  • sceneggiatore

Complessi archivistici

Fonti

  • DLI = Dizionario della Letteratura italiana, Garzanti, 2005

Compilatori

  • Silvia Albesano