Ghiotto, Renato (Montecchio Maggiore, 1923 - 1986)

Nasce a Montecchio Maggiore (VI); si iscrive alla facoltà di Filosofia dell'Università di Padova, dove frequenta tra gli altri Luigi Meneghello e inizia a collaborare al periodico “Il Bo”. Costretto a fuggire in Svizzera per la sua attività antifascista, interrompe gli studi. Torna in Italia nel 1945, e viene designato dal CLN alla direzione del “Giornale di Vicenza”, incarico che ricopre fino al 1950, quando si trasferisce in Argentina rimanendovi per quasi tre anni. Rientrato nuovamente in Italia, si occupa di pubblicità; diventa in seguito direttore de “Il Mondo” e riprende a collaborare ad importanti quotidiani e riviste. Negli anni '70 scrive critiche cinematografiche per “L'Espresso” e elzeviri sulla “La Stampa”.
Tra le sue opere narrative: Scacco alla regina (1967), Adios (1971), Rondò (1985), I vetri (1987, postumo).

Funzioni e occupazioni

  • narratore
  • giornalista
  • pubblicitario

Complessi archivistici

Compilatori

  • Silvia Albesano