Mounier, Emmanuel (Grenoble, 1905 - Châtenay-Malabry, 1950)

Nasce a Grenoble da una famiglia della media borghesia. Si iscrive alla facoltà di Scienze, quindi l'abbandona per passare a Filosofia, e consegue il diploma nel 1927. Sulla scorta di Chevalier, di Maritain, Bergson e soprattutto di Péguy (al quale dedica una monografia nel 1931), intraprende una critica radicale della società contemporanea e del suo assetto borghese. Nel 1932 fonda la rivista “Esprit”, attraverso le cui pagine promuove il movimento filosofico cattolico del personalismo.
Tra i suoi scritti: Rivoluzione personalista e comunitaria (1935), Introduzione agli esistenzialismi (1946), Trattato del carattere (1946), Il personalismo (1949).

Funzioni e occupazioni

  • filosofo
  • giornalista

Complessi archivistici

Compilatori

  • Silvia Albesano