Aleardi, Aleardo (Verona (VR), 1812 - Verona (VR), 1878)

Poeta italiano. Mutò il suo nome di battesimo, Gaetano Maria, in quello più altisonante di “Aleardo”. Collaborò al periodico padovano “Il Caffè Pedrocchi”, pertecipò ai moti del 1848-49, incarcerato dagli austriaci nel 1852 e nel 1859. Fu deputato al parlamento unitario e senatore. Insegnò estetica a Firenze. Nella raccolta di “Canti” (1864), per lo più in endecasillabi sciolti, sono presenti i temi cari alla prima generazione dell'Ottocento. La sua poetica è vicina a quella classica di Foscolo ma con venature più sentimentali.

Complessi archivistici