Colins de Tarsienne de, Margarethe (Rovereto (TN), 1911 dicembre 18 - 2013 giugno 20)

Appartenente alla nobile famiglia austriaca dei De Colins de Tarsienne, nasce a Rovereto (TN) ma passa la sua infanzia a Innsbruck, dove si erano trasferiti i genitori: il padre Agathon, ufficiale dell'esercito, e la madre Agnese.
Studia economia all'Accademia, ma dopo un incontro con una dirigente di Elizabeth Arden ottiene un lavoro a Milano, presso uno dei loro saloni di bellezza. Farà carriera da dirigente.
Nel 1938 conosce Indro Montanelli e, nonostante la famiglia si opponga, lo sposa il 23 novembre 1942 nella chiesetta di Palazzo Ducale a Milano. Viene arrestata dalle SS il 4 febbraio 1944 con l'accusa di tradimento e rinchiusa nel carcere di Gallarate (Varese), dove viene incarcerato anche Montanelli. I due riescono a mantenere una corrispondenza clandestina in cui Indro la chiama affettuosamente "Maggiolino mio ". Dopo il trasferimento nel Carcere di San Vittore, viene deportata nel campo di concentramento di Gries (Bolzano) dove rimane per quasi due anni. Con la Liberazione torna a Milano da Indro, ma il matrimonio dura poco: già nel '51 sono separati anche se l'ufficialità del divorzio avverrà nel 1974. Dopo il divorzio lavora nel settore della moda.
Diminutivo di Margarethe è Maggie, attribuitole da Montanelli.

Complessi archivistici