Pratolini, Vasco (Firenze, 1913 ottobre 19 - Roma, 1991 gennaio 12)

Nasce a Firenze, dove lavorerà come tipografo, accostandosi alla cultura come autodidatta. Malato di tubercolosi, soggiorna tra il 1935 e il 1936 in diversi sanatori. Tornato in città nel 1937, dal 1938 dirige con Alfonso Gatto “Campo di Marte”, collaborando poi al “Bargello”, “Primato”, “La Ruota”, “Critica fascista”. Durante la seconda guerra mondiale si trasferisce a Roma, e partecipa alla Resistenza con il nome di battaglia Rodolfo Casati. Dal 1951 collabora a “Paese Sera”, “Milano Sera”, “Vie Nuove”, “Sipario”, ed è autore di sceneggiature cinematografiche e trasmissioni radiofonoche. Tra le sue opere narrative: Il quartiere (1943), Cronache di poveri amanti (1947), Le ragazze di San Frediano (1949), Metello (1955), Lo scialo (1960), Allegoria e derisione (1966).
[Cfr. DLI, p. 586]

Funzioni e occupazioni

  • narratore
  • poeta

Complessi archivistici

Fonti

  • DLI = Dizionario della Letteratura italiana, Garzanti, 2005

Compilatori

  • Silvia Albesano