Palazzeschi, Aldo (Firenze, 1885 febbraio 2 - Roma, 1974 agosto 17)

Altre denominazioni: Giurlani, Aldo [nome all'anagrafe]

Nasce a Firenze, dove studia ragioneria e frequenta la scuola di recitazione di L. Rasi, la stessa di Marino Moretti, con cui stringe una duratura amicizia. Studente di economia e commercio a Venezia, dopo una breve esperienza di attore nella compagnia di Lyda Borelli, nel 1913 si trasferisce a Parigi, ed entra in contatto con gli ambienti dell'avanguardia artistica. Collabora a “Lacerba” e “La Voce”, ed è vicino ai futuristi, da cui si distacca tuttavia nel 1914, perché in contrasto con la politica interventista. Successivamente vive appartato tra Firenze, Parigi e Venezia, per poi stabilirsi a Roma nel secondo dopoguerra. Tra le opere, i romanzi Il codice di Perelà (1911), Sorelle Materassi (1934), Stefanino (1969), e le raccolte poetiche L'incendiario ()1910, Poesie (1930), Cuor mio (1968).
[Cfr. DLI, pp. 532-533]

Funzioni e occupazioni

  • narratore
  • poeta

Complessi archivistici

Fonti

  • DLI = Dizionario della Letteratura italiana, Garzanti, 2005

Compilatori

  • Silvia Albesano