Pontiggia, Giuseppe (Como, 1934 settembre 25 - Milano, 2003 giugno 27)

Nasce a Como; si trasferisce a Milano nel 1948. È impiegato di banca fino al 1961, quando si laurea in Lettere; dopo una breve esperienza di insegnamento si dedica all'attività giornalistica – dirige l'“Almanacco dello Specchio” con M. Forti, collabora con il “Corriere della Sera” e “Il sole 24 Ore” – e letteraria. Tra le sue opere: Il giocatore invisibile (1978), Il raggio d'ombra (1983), Vite di uomini non illustri (1993), Nati due volte (2000).
[Cfr. DLI, pp. 581-582]

Funzioni e occupazioni

  • impiegato
  • insegnante
  • giornalista
  • narratore
  • saggista

Complessi archivistici

Fonti

  • DLI = Dizionario della Letteratura italiana, Garzanti, 2005

Compilatori

  • Silvia Albesano